Progetto di scacchi

Il Circolo Scacchi Leini, associazione indipendente che persegue lo scopo di promuovere e favorire lo sviluppo del gioco degli scacchi sul territorio, sia come pratica sportiva che come strumento didattico e formativo, ha deciso di presentare per l’anno scolastico in corso il progetto denominato

“Scacchi a scuola un gioco per crescere”.

Studi scientifici hanno ormai dimostrato che l’apprendimento del gioco degli scacchi porta per gli studenti di ogni grado scolastico un sensibile miglioramento sia sul piano didattico sia sul piano disciplinare poiché si lega perfettamente a materie scientifiche quali la matematica e la geometria.

Le conseguenze dell’apprendimento di tale disciplina ricadono sulle capacità di analisi, di ragionamento e di creatività, tutti fattori essenziali nell’età dello sviluppo.

Il gioco degli scacchi è un’attività sportiva in cui i piccoli giocatori possono esprimere la propria aggressività all’interno di una cornice con regole e limiti bene definite; inoltre, per il sua dimensione socializzante, il gioco degli scacchi stimola l’integrazione sociale. Per questi aspetti, l’introduzione nella scuola di un percorso che abbia come tema gli scacchi, può essere un contributo alla prevenzione del bullismo, senza per questo ovviamente rappresentare l’unica soluzione del fenomeno.

Sono adatti anche per i bambini con difficoltà scolastiche e comportamentali come strumento di rinforzo della personalità in quanto coinvolgono profondamente la sfera emotiva. In molti casi è stato dimostrato che migliora anche il rapporto del bambino con la scuola (“a scuola si impara anche a giocare”).

 

OBIETTIVI STRUMENTALI:

sviluppo del pensiero logico, sviluppo della capacità di concentrarsi, sviluppo della capacità di astrarre (previsione mosse).

 

OBIETTIVI SOCIO-EDUCATIVI:

socializzazione con tutti i compagni giocando a due a due oppure a squadre, autocontrollo con la regola del silenzio.

 

OBIETTIVI PSICO-EDUCATIVI:

correzione dei propri errori, (fretta, sottovalutazione di se o dell’avversario, mancanza di concentrazione, nervosismo ecc.) accettazione positiva della sconfitta, riduzione delle conflittualità.

MODALITA’ DEI CORSI PROPOSTI

  • Classe terza, quarta e quinta

Corso di primo livello per classi con nessuna conoscenza scacchistica

La metodologia prevede lezioni teoriche partendo dalla scacchiera e dalla posizione dei pezzi e attraverso partite con pochi pezzi tra gli studenti, portarli allo scopo fondamentale di questo corso che è di riuscire a fargli svolgere una partita di scacchi secondo le regole fondamentali del gioco e capire esattamente il concetto di scacco matto.

Corso di secondo livello per classi provenienti dai corsi di 1° livello

La metodologia prevede lezioni frontali, esercizi, partite tra gli studenti.

Lo scopo fondamentale di questa seconda fase è dare agli alunni una prima conoscenza degli elementi strategici e tattici del gioco, determinanti per impostare una partita di scacchi in modo corretto e riuscire a elaborare rudimentali piani di gioco.

Corso di terzo livello per classi provenienti dai corsi di 2° livello

La metodologia prevede lezioni frontali, esercizi, partite tra gli studenti.

Lo scopo fondamentale di questa terza fase è dare agli alunni una conoscenza più approfondita di tattiche e strategie di gioco con introduzione dello studio delle varianti e prime nozioni di piano di gioco.

Questi corsi saranno composti da 7 lezioni di durata di 1 ora e 15 minuti alla settimana e ultima lezione di 2 ore e 30 circa per il torneo finale per complessive ore 11 e 15 minuti con orari e giorni da concordare.

 

  • Torneo finale per ogni singola classe

Nell’ambito dell’attività, e precisamente nel giorno dell’ultima lezione di ogni singola classe, quale momento di verifica del lavoro svolto, sarà organizzato, con modalità da definire, un torneo finale che avrà una durata di circa 2 ore e 30 minuti. In alternativa si può organizzare un torneo di Istituto tra tutte le classi che hanno partecipato al progetto.

 

  • Partecipazione ai Campionati Sportivi Studenteschi

La partecipazione ai G.S.S. indetti dal Ministero dell’Istruzione sarà da stimolo per i ragazzi più capaci e una giusta ricompensa per l’impegno e la dedizione dimostrata.

Il costo e l’organizzazione di tale partecipazione sarà tutto a carico della scuola.

 

Il Circolo Scacchistico Leinicese, se richiesto, è disponibile per un colloquio che chiarisca l’intero programma nella sede dell’Istituto.

 

Cordiali saluti

Comments are closed.