Una meravigliosa avventura lunga dieci anni

Articolo a cura di Paola Violino:

Dieci anni fa, 21 maggio 2009, nasceva il nostro circolo per volontà di un solo appassionato di scacchi; nel primo giorno di apertura non si presentò nemmeno una persona cosicché quell’unico appassionato se ne tornò a casa un po’ sconsolato ma non abbattuto; il giorno seguente aprì nuovamente il circolo e piano piano qualcuno cominciò a frequentarlo.

Giorno dopo giorno, nel corso degli anni, attraverso corsi scolastici e tornei per bambini in età scolare il circolo si è fatto conoscere e apprezzare sul territorio, accrescendo le attività e la schiera degli iscritti, sempre con fatica, perché in una piccola realtà non è facile conquistare nuove leve, soprattutto tra gli adulti, che hanno sempre altro da fare, o si appassionano a sport più classici o che pensano che gli scacchi siamo troppo difficili per loro.

Ciò nonostante abbiamo resistito ben 10 anni. Siamo riusciti ad avere il numero minimo di soci per poterci iscrivere alla FSI, gestiamo corsi scolastici nelle scuole, abbiamo organizzato diversi tornei federali come il torneo semilampo Tecnocasa/Tecnorete, il torneo regionale del CGS Under 16 nel 2017 e il CGI Under 16 nel 2018. Nel nostro circolo si sono formati alcuni ragazzi che si sono qualificati per competizioni di rilievo nazionale e altri che oggi hanno raggiunto la 2N, i quali, se noi non ci fossimo stati, probabilmente non si sarebbero mai accostati agli scacchi.

Siamo piuttosto fieri di questo e speriamo che, tra altri 10 anni, altri nostri ragazzi raggiungano questi e speriamo più alti livelli ma anche se ciò non accadesse crediamo che sia importante mantenere un presidio, offrire un servizio per la cittadinanza, le scuole, i bambini, gestire uno spazio laico in cui ragazzi e adulti di qualsiasi estrazione sociale, razza, provenienza, possano incontrarsi, confrontarsi, pensare, ragionare, fare esperienza di reciproca conoscenza, gioco e socialità. Un luogo in cui una comunità possa ritrovarsi per svolgere un’attività tipicamente umana: giocare.

Abbiamo avuto in questo percorso aiuto, da parte dell’Amministrazione comunale che ci mette a disposizione gratuitamente una sede, da parte di Tecnocasa-Tecnorete, che ci ha sempre sponsorizzato nei tornei e da parte del circolo di Ciriè che ci ha prestato giochi, istruttori e dato il suo appoggio finché non siamo stati in grado di essere autonomi.

Ma l’aiuto più grande è venuto dai soci che hanno creduto e credono in questo progetto e che con il loro lavoro costante consentono a questa piccola realtà, che crediamo sia una risorsa importante per il nostro territorio, di continuare ad esistere per avvicinare a questo gioco meraviglioso le nuove generazioni e contribuire a diffonderne la pratica non solo nei tornei ma a tutti i livelli, nelle case, nelle scuole e perché no nei luoghi di lavoro.

Ringraziamo tutti quelli che ci hanno aiutato in questo percorso e raccomandiamo a tutti voi di continuare a sostenerci, partecipando ai tornei che continueremo ad organizzare e magari, perché no, iscrivendovi al nostro Circolo.

Comments are closed.